Coltivazione pianta del tè: Camellia Sinensis

Come si coltiva il tè? Qual è la sua pianta? Oggi vorremmo darvi tutte le informazioni possibili sulla piante del tè e sulla coltivazione, ma anche sulle caratteristiche che la compongono.

La pianta del tè è la Camellia Sinensis. Da questa pianta e dai suoi semi, si creano tutte le miscele attualmente disponibili sul mercato. La famiglia della Camellia Sinensis è la Thenaceae. Di solito, si tende a confondere questo Albero del Tè con la Malaleuca Alternifolia, un albero molto speciale da cui estrae l’Olio Tea Tree, noto anche come olio dell’albero del tè.

Tuttavia, le due specie non hanno nulla in comune, solo in nome con cui sono note.

La Camellia Sinensis è ricca di Cultivar, ovvero di sottospecie botaniche con cui creare miscele di tè particolari. Per comprendere la grande vastità di miscele esistenti, basta dare un’occhiata ai rivenditori di tè. Tè verde, tè nero, tè inglese, tè giapponese… ogni paese, in seguito alla scoperta della pianta da tè, ha sviluppato un proprio modo con cui preparare questa specialità.

Tipologie del tè: quante miscele esistono?

Per quanto riguarda le varietà di tè più diffuse ricavate grazie alla Camelia Sinensis, menzioniamo le seguenti: tè Bianco, Verde, Nero, Oolong, Pu-erth, Kukicha, Matcha. E ora vi diamo qualche informazione utile sulla coltivazione di questa pianta molto speciale.

Per coltivare il tè, le zone climatiche migliori sono le tropicali e le subtropicali. Di solito, si dovrebbero avere almeno 127 centimetri di pioggia all’anno, per garantire una crescita spontanea e ottima della pianta.

Un’altra informazione molto importante è che questa pianta può crescere sia in zone soleggiate, sia in territori più umidi, a patto che abbiamo un substrato abbastanza fertile.

Basti pensare ai territori della Gran Bretagna, in cui il tè è una delle bevande più consumate e diffuse e ha una importanza rilevante nell’economia inglese. Ciononostante, il clima umido e le piogge consentono alla pianta di crescere e di svilupparsi.

Un aspetto caratteristico della pianta è che, qualora fosse “lasciata al suo destino”, diventerebbe un albero da tè. Dunque, questa coltivazione deve essere seguita sotto ogni aspetto.

Si può decidere in qualsiasi momento di cominciare una produzione casalinga di tè. In vendita, sono disponibili sia le piante, sia i semi. Tuttavia, le piante da tè in vendita sono davvero poche e tendenzialmente i semi sono più diffusi.

Soprattutto nella fase di germinazione, i semi del tè vanno controllati giornalmente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *